09/03/2010 Allenamento

Matevo: una nuova tecnica di costruzione fisica

di Bartolomeo Davide Bertinetto

Da che mondo è mondo l’uomo è sempre stato affascinato dalla possibilità di vivere più a lungo: dalla ricerca dell’elisir dell’eterna giovinezza fino ad arrivare al mito dell’immortalità, questo desiderio ha seguito l’umanità nel suo percorso storico. Al di là di miti o leggende oggi, attraverso secoli di ricerca scientifica organizzata, a partire dalle dettagliatissime tavole anatomiche di Leonardo per arrivare al terzo millennio, iniziano finalmente a prospettarsi molti sistemi che possono veramente migliorare la nostra qualità della vita, longevità e salute.
L’insieme di varie scienze ha portato a una conoscenza complessiva più vasta del corpo umano, per cui non è più sufficiente un solo esperto che “si intenda di tutto”, ma diverse figure che si occupino, separatamente ma in modo organizzato, dell’intera macchina uomo. Le discipline che hanno come denominatore comune l’essere umano, quali la medicina, l’alimentazione, lo sport, possono fornirci realmente gli strumenti necessari per migliorare e prolungare la nostra vita. Sebbene oggi non esista una vera soluzione che da sola possa farci restare per sempre giovani (e forse non esisterà mai), sono tuttavia presenti diversi ingredienti che, se uniti tra loro, possono contribuire a mantenere il nostro organismo giovane più a lungo. È sufficiente guardare filmati e fotografie dell’ultimo cambio generazionale per rendersi conto che, neanche troppo indietro nel tempo, le persone dimostravano, a parità di età biologica, molti più anni rispetto a oggi. Credo che questo sia un passo decisamente significativo, che può farci guadagnare un “bonus” grande un terzo della vita in più! Qui entriamo di certo in gioco noi professionisti del fitness, che grazie alla nostra opera cerchiamo di migliorare e allungare la vita dei nostri clienti.

la teoria
Il metodo Matevo rappresenta uno strumento aggiuntivo per migliorare il benessere del praticante attraverso l’incremento progressivo della forza nel tempo, indipendentemente dall’età. Il catabolismo dell’apparato locomotore è del tutto fisiologico, come può esserlo il diradamento dei capelli o la minor tonicità della pelle, ma questo metodo, che si basa sulle caratteristiche evolutive dell’uomo indagate con un approccio prettamente matematico, consente di rallentarne il deterioramento, grazie all’ottimizzazione dello stile di vita. Ciò garantirà nel tempo il miglioramento della forza fisica dell’utente, stimolando così l’anabolismo muscolare ricercato dalle persone più mature, con tecniche differenti da quelle presenti nel body building tradizionale.
In linea teorica il sistema Matevo consente di strutturare l’allenamento con regole matematiche inflessibili, dove gli esercizi proposti simulano gesti e condizioni che l’ambiente selvaggio ci imporrebbe se vivessimo ancora in un contesto naturale, movimenti che l’uomo ripete quotidianamente da tempo immemorabile, come la spinta, la trazione a sé e il sollevamento di un oggetto da terra. Inoltre, grazie a un valore di riferimento, questo metodo consente di calcolare perfino i grammi di cibo necessari all’utente sulla base dei miglioramenti acquisiti.
È un sistema molto vincolante, la cui impostazione rende impossibile uno svolgimento parziale per non lasciare spazio alla volontà di chi lo esegue e garantire i risultati che promette: troppo spesso molti appassionati di fitness tendono a perdere di vista l’obiettivo primario del loro allenamento.
La teoria su cui si basa questo sistema per rallentare il processo di invecchiamento è da ricercare nel miglioramento del profilo ormonale indotto dall’incremento della forza con la proporzionale progressione dei carichi. Il miglioramento della forza che ne deriva ricondurrà a un’aumentata efficienza fisico/metabolica, potenziando di conseguenza il profilo ormonale e quindi una rigenerazione a cascata su tutti i tessuti corporei: un principio semplice e intrinseco di qualsiasi strategia di allenamento, che però con Matevo, grazie a un’amministrazione di tipo matematico, trova un’espressione totalmente pilotata e concreta.

la pratica

La messa in opera di questa strategia per migliorare le proprie performance e la propria longevità è semplice, dato che la routine è strutturata in maniera totalmente full-body: il corpo viene visto come un unico insieme e non come una somma di parti corporee, come succede invece tradizionalmente nelle split routine del classico body building. La cadenza delle sedute è di tre a settimana, con uno schema “A-B-C”, regolate da un andamento dei carichi a onda di sforzo. I pesi sollevati saranno incrementati in modo fluido per 11 mesi di palestra, grazie alla successione di quattro fasi distinte, ognuna delle quali è caratterizzata da specifici accorgimenti. Il rimanente 12esimo mese è dedicato al recupero e al riposo assoluto, per ricercare nuovi margini di miglioramento nella stagione successiva. Non sono tralasciate alcune tecniche poco ortodosse dell’allenamento, quali il digiuno terapeutico depurativo, filosofie alimentari legate alla massima efficienza con il minor consumo calorico, la preparazione realmente naturale di una competizione di culturismo e molto altro. Se questo articolo ha stimolato la tua curiosità, puoi scaricare gratuitamente il libro “Matevo, forza e massa per tutta la vita…” dal sito www.bertinettobartolomeodavide.it, in formato digitale PDF.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *