11/05/2010 Community Business

Fuori Fiera 2010: aggreghiamo nuove idee – A Rimini, il 14 e il 15 maggio

a cura della redazione

Il Fuori Salone, che da oltre un ventennio accompagna il Salone del Mobile di Milano, è nato con l’intento di dare un’occasione a chi, per diversi motivi, doveva rinunciare a partecipare alla fiera tradizionale: vuoi per mancanza di spazio, vuoi per mancanza di budget o per impossibilità di riconoscere negli spazi fieristici tradizionali un’identità, un percorso, un denominatore che si potesse definire “comune”. Così, soprattutto giovani designer, creativi e artisti, “sistemarono” le loro idee al di fuori dei mastodontici, pietrificati padiglioni fieristici, organizzando eventi e appuntamenti che facevano da cornice alla manifestazione principale. Negli anni il Fuori Salone si è molto evoluto e diffuso, tanto che per molti è diventato l’appuntamento “must”, surclassando per importanza la fiera tradizionale. La redazione di Professione Fitness ha sede proprio nel cuore della “movida del design”, che per una settimana travolge come un ciclone intere zone di Milano. E anche noi siamo stati travolti, trascinati più che altro da ciò che il Fuori Salone rappresenta: semplicemente il nuovo. Così è nata l’idea del FuoriFiera 2010, strettamente connessa alla nostra nuova proposta di fitness 2.0 e al desiderio di condividerla con altri, fuori dai confini, geometrici e culturali, della fiera di Rimini.

LE PRESENTAZIONI
Il fitness 1.0 ha concluso il suo ciclo. Ha dato soddisfazione a molti, anche a noi, ma è giunto il momento di cambiare, perché quel modello non funziona più; i fattori sono molti, anche esterni al settore del fitness. Il fitness 2.0 è il servizio alla persona, che può e deve essere declinato in tanti modi: posturale, cardiovascolare, preventivo, metabolico, motorio, ma deve essere comunque servizio di qualità per una popolazione sedentaria e analfabeta dal punto di vista motorio. Certo, rimane il mercato del divertimento del fitness, ma darà da vivere a non più del 70% del settore in Italia: per il restante 30% le chiusure sono già una realtà. Intendi partecipare a questa “roulette russa” di ridimensionamento del mercato o vuoi provare a generare nuovi servizi efficaci, utili e profittevoli?

 

I nuovi centri motori non sono piccole palestre, ma sono centri di qualità per il servizio alla persona. Sono strutture di cento, duecento, fino a trecento metri quadri che permettono ai personal trainer di realizzare un sogno professionale: la gestione diretta dei propri clienti. Le strutture sono semplici, accoglienti, ben tagliate negli spazi, per permettere la gestione del servizio uno a uno e uno a molti. Gli architetti Gianni Dapri e Luca Di Giovanni al FuoriFiera di Rimini presenteranno alcune tra le più interessanti case histories affrontate in questi mesi. Coloro che parteciperanno alla sessione potranno di discutere i casi in diretta e trovare spunti concreti ed efficaci per poter iniziare con professionalità il sogno di una vita.


Una scelta strategica, ma fatta col cuore. Se noi di Clinical Pilates abbiamo scelto di essere presenti al FuoriFiera 2010 di Rimini, non è perché rifuggiamo il clamore della grandi manifestazioni, ma piuttosto perché crediamo fermamente che possa e debba esistere un contesto più intimo e accogliente, ma altrettanto valido, dove promuovere e sostenere le proprie convinzioni riguardo al Fitness 2.0: un fitness del terzo millennio, che guarda al futuro e vede in Internet la chiave di un nuovo modo per operare nel settore, rivoluzionando sia il concetto di formazione degli addetti ai lavori che dell’utenza finale, senza per questo rinunciare al piacere e alla cura dei rapporti interpersonali, che danno inevitabilmente, e senza ombra di dubbio, valore aggiunto al prodotto.



 

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *