30/04/2013 Costume e società

Letta, il governo e il fitness

di Alessandro Lanzani

Nel discorso fatto alle camere dal neo Presidente del Consiglio Enrico Letta c’è un passaggio dedicato all’attività fisica e al fitness.
Dice Letta: “Questo vuol dire anche valorizzare il nostro grande patrimonio sportivo. La pratica dello sport significa prevenzione dalle malattie, lotta contro l’obesità, formazione a stili di vita sani, lealtà e rispetto delle regole. Dobbiamo impegnarci per diffondere la pratica sportiva sin dalle scuole elementari con un piano di edilizia scolastica su tutto il territorio nazionale.
Come non essere d’accordo?
Il punto come sempre è il “quando” e il “come”. Per ora l’unico riferimento concreto è relativo alle strutture, all’edilizia scolastica per la costruzione di spazi adeguati alla pratica dell’attività fisica e sportiva. I tempi di un’operazione di questo genere sono lunghi e si potrebbe obiettare che molte strutture sono sotto utilizzate per mancanza di personale tecnico e di custodia.
Ci sono altri punti che auspichiamo possano essere introdotti lungo il percorso di governo:
– La detraibilità delle spese concernenti l’attività fisica di giovani, adulti e anziani.
– Una maggiore integrazione tra medicina preventiva e attività motoria
– L’inserimento a pieno titolo dell’attività fisica come farmaco preventivo e curativo della sindrome metabolica e di tutti i danni dovuti al sedentarismo.
– La riforma delle scuole che formano i laureati in scienze motorie distinguendo tra sport da un lato e attività motoria e stili di vita dall’altro, permettendo così il recupero dei sedentari all’attività motoria. Sedentari che spesso per questioni di età e fragilità non possono accedere alle modalità competitive e performanti tipiche dell’attività sportiva.
– Il superamento del certificato medico non agonistico con una visita (comunque obbligatoria) che abbia anche dei contenuti di prescrizione delle dosi e delle qualità di attività motoria da praticare.

Attendiamo con trepidazione gli sviluppi di questo accenno di Letta soprattutto da parte dei neo ministri “competenti”. Alla Salute è stata nominata Beatrice Lorenzin, 42 anni, maturità classica, da sempre impegnata nel PDL. Allo sport Josefa Idem, 48 anni, un mito di vittorie olimpiche, eletta senatrice nelle liste del PD.

Alessandro Lanzani
medico specialista in medicina dello sport
alanzani@professionefitness.com

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *