28/02/2014 La Scuola

Cervicalgia acuta e taping kinesiologico

Rosario Bellia

Cervicalgia acuta

La cervicali acuta  è una mialgia caratteristica del torcicollo banale, diagnosi differenziale da mialgie virali o poussée congestiva di artrosi articolare posteriore. La cervicalgia acuta è definita come dolore a livello del collo di breve durata (meno di 3 mesi). Statisticamente, il 15% della popolazione soffre di questa con- dizione a un certo punto della propria vita. I sintomi possono essere lievi e transitori o costanti e persistenti. Come per altre condizioni muscolo- scheletriche in acuto, anche per la cervicalgia a volte non è possibile iden- tificare una causa scatenante e spesso i sintomi insorgono in assenza di veri e propri traumi. Nella maggior parte dei casi non è necessaria una specifica diagnosi per gestire efficacemente la condizione sul piano dei sintomi.

Bendaggio n. 1

Nastro

A ventaglio e a “Y”. Misuriamo direttamente sulla persona la zona da ben- dare per stabilire la quantità di nastro occorrente. In questo caso ci ser- viranno 2 nastri di 7,5 cm di larghezza tagliati a ventaglio e uno da 5 cm a “Y”.

Realizzazione del bendaggio

taping kinesiologico

taping kinesiologico

 

Schermata 02-2456717 alle 19.50.26

1. Durante l’applicazione si pone il soggetto seduto con le braccia incrociate, con le mani alle spalle e il capo flesso avanti; si segnano i punti di repere all’altezza del margine vertebrale della scapola in maniera sim- metrica. Si inizia applicando la base dei nastri a ventaglio sui punti segnati, quindi si aprono le ali del ventaglio e si posizionano a tensione 0% verso la zona cervicale controlaterale, procedendo un ventaglio alla volta, cercan do la maggior simmetria possibile.

2. Si applica il nastro tagliato a Y di circa 20/30 cm di lunghezza e larghezza 5 cm. Durante l’applicazione la persona, sempre seduta, tiene il capo in posizione di flessione avanti. Si applica la base del nastro all’al- tezza dell’occipite, e poi le ali accanto alle docce paravertebrali, a tensione 0% del nastro.

Se sono interessati altri muscoli (sternocleidoma

stoideo, scaleni, trapezio superiore ecc), si può ap- plicare il bendaggio sempre decompressivo anche a questi, sempre in postura corretta e bilateralmente. Il bendaggio può essere applicato anche mentre il soggetto indossa il collare terapeutico d’immobiliz- zazione.

Bendaggio n. 1 BiS

Questo bendaggio è una variante del precedente, che applicato seguen- do una tecnica specifica, migliorerà l’azione decompressiva del nastro; è particolarmente indicato nelle patologie acute con sintomatologia impor- tante.

Nastro

A ventaglio e a “Y”. Misuriamo direttamente sulla persona la zona da bendare per stabilire la quantità di nastro occorrente. In questo caso ci serviranno 2 nastri di 7,5 cm di larghezza tagliati a ventaglio e uno da 5cm a “Y”.

Realizzazione del bendaggio

taping kinesiologico

taping kinesiologico

Schermata 02-2456717 alle 20.51.57 Schermata 02-2456717 alle 20.52.02

1. Il soggetto è seduto con le braccia incrociate, le mani alle spalle e il capo flesso avanti; si segnano i punti di repere all’altezza del margine vertebrale della scapola in maniera simmetrica.
Si inizia ad applicare la base del nastro sui punti segnati, quindi si aprono le ali del ventaglio, depositandolo a tensione 0% verso la zona cervicale controlaterale, procedendo un ramo del ventaglio alla volta, cercando la maggior simmetria possibile. I nastri si incroceranno a livello delle apofisi spinose.

2. Il soggetto, sempre seduto, tiene il capo in posizione di flessione avan- ti. Si applica la base del nastro tagliato a Y di circa 20-30 con larghezza 5 cm all’altezza di D4-D6, mentre le ali vanno applicate accanto alle docce paravertebrali a tensione 0% del nastro.
Se sono interessati altri muscoli (sternocleidomastoideo, scaleni, trape- zio superiore, ecc), si può applicare anche su questi il bendaggio de- compressivo, sempre in postura corretta e bilateralmente.
Il bendaggio può essere applicato anche mentre la persona indossa il collare terapeutico d’immobilizzazione.

 

Questo articolo è tratto dal volume Taping  kinesiologico e colonna vertebrale del  professor Rosario Bellia

promo TAPING-3

 

 

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *