Utenti online: 38
Visitatori dal 1 Gennaio 2009: 864998
     
 
 
 Newsletter
 
 
 
Sindrome da conflitto o impingement - Principi di trattamento rieducativo con il metodo Pilates

13/11/2010

 

di Giuliana Graziano [email protected]

La stabilità del cingolo scapolare è assicurata, oltre che da tendini e legamenti propri dell’articolazione, in particolare da un insieme di quattro muscoli che, nel complesso, prendono il nome di cuffia dei rotatori e dai rispettivi tendini, che vanno ad inserirsi sulla testa omerale, entrando oltretutto in stretto rapporto anche con la capsula dell’articolazione gleno-omerale. I muscoli che costituiscono la cuffia dei rotatori sono: il muscolo sopraspinoso, ad azione abduttoria, il sottospinoso e il piccolo rotondo ad azione extrarotatoria e il muscolo sottoscapolare, ad azione intrarotatoria. Questi quattro muscoli tendono a lavorare come un’unica entità piuttosto che individualmente e il loro scorrimento al di sotto della struttura anteriore dell’arco coraco-acromiale (costituito dall’acromion osseo, dal legamento coracoacromiale e dall’articolazione acromion-claveare) è reso possibile oltre che da una normale mobilità della scapola sulla parete muscolare posteriore del torace, anche dalla presenza di un’ampia borsa sierosa denominata subacromion-deltoidea. La sindrome è definita come un’entità clinica nella quale la cuffia dei rotatori, in particolare il tendine del muscolo sopraspinoso e il tendine del capo lungo del bicipite, sono patologicamente compressi contro la struttura anteriore dell’arco coraco-acromiale. Unicamente a scopo descrittivo, i fattori correlati con la patologia da conflitto possono essere suddivisi in intrinseci ed estrinseci.
Fattori intrinseci, interessano direttamente lo spazio subacromiale e comprendono alterazioni della vascolarizzazione della cuffia, la degenerazione e anomalie anatomiche. In particolar modo, queste ultime riguardano la conformazione dell’acromion (acromion piatto, curvo ed acromion a uncino): nello studio dei campioni antomici, il 70% delle lesioni della cuffia viene associato questi ultimi due.
Fattori estrinseci, che comprendono:
- gli squilibri muscolari e i problemi di controllo motorio a carico della cuffia e dei muscoli parascapolari, in quanto la debolezza dei muscoli parascapolari determinerebbe una base di supporto non stabile per l’omero, causando un’azione inefficiente dei muscoli della cuffia;
- modificazioni posturali nel complesso scapolo-omerale: un cambiamento posturale comune associato a problemi di spalla è la postura col capo anteposto, spalla intraruotata, aumento della cifosi toracica. Più probabilmente, la causa del conflitto primario comprende più fattori.

STADI DEL CONFLITTO E PRINCIPI DI TRATTAMENTO
Stadio I: si caratterizza per edema e flogosi della cuffia e dei tessuti sovraomerali, con dolore lungo la faccia anteriore e laterale della spalla e possibile irradiazione al gomito, quando in fase acuta, scatenato dall’elevazione del braccio. Il ROM attivo e passivo risulta ancora completo, anche se doloroso (soprattutto tra 60° e 90° e 120° di elevazione). Il paziente ha solitamente meno di 25 anni e, normalmente, esiste un fattore scatenante nell’uso eccessivo della spalla.
Una volta passata la fase acuta (consulenza specialistica ortopedica o fisiatrica), il programma riabilitativo prevede primariamente il recupero dei meccanismi della coppia di forza sia a livello dell’articolazione scapolo-toracica che di quella gleno-omerale, con ristabilimento degli equilibri parascapolari.
Stadio II: si caratterizza per la fibrosi della capsula gleno-omerale e della borsa subacromiale, con tendinite a carico dei muscoli interessati (cuffia e capo lungo del bicipite). Clinicamente si ripete il primo stadio, tranne che per la comparsa anche di una riduzione dell’articolarità attiva e passiva dovuta proprio alla fibrosi capsulare, che si traduce soprattutto in una limitazione significativa della extrarotazione e dell’abduzione, con limitazione minore della intrarotazione. L’età dei pazienti è solitamente compresa tra i 20 e i 40 anni. Scopo principale del trattamento in questo stadio è il recupero completo del ROM attivo e passivo, in quanto la capsulite adesiva conseguente alla fibrosi (irrigidimento) della capsula provoca un conflitto: in particolare, la rigidità posteriore della capsula causa un rotolamento in avanti e superiormente della testa omerale nell’arco subacromiale e nella porzione antero-inferiore dell’acromion. Il trattamento conseguente dovrebbe perciò essere indirizzato al ristabilimento della distensibilità capsulare, con appropriati esercizi di stretching della capsula.
Stadio III: si caratterizza per la rottura della cuffia dei rotatori in pazienti con età superiore, generalmente, ai 40 anni. Clinicamente appaiono molto limitate l’extrarotazione e l’abduzione: si osserva una “squadratura” dell’acromion, che indica un’atrofia sia della cuffia che del deltoide.
Il trattamento varia da conservativo a chirurgico, in base alla dimensione e alla localizzazione della lesione. Quelle di piccole e medie dimensioni (0-1 cmq, 1-3 cmq) possono migliorare parzialmente con scopi funzionali limitati: il paziente è fatto progredire seguendo i precedenti principi di trattamento. Se il trattamento non risulta efficace e il paziente continua a lamentare dolore ed incapacità a sollevare il braccio oltre il capo, le opzioni chirurgiche rappresentano la scelta. Per coloro che presentano lesioni di grosse dimensioni (3-5 cmq) o massive (>5 cmq) la chirurgia è di solito l’opzione principale e più efficace, dopo chiaramente un adeguato protocollo riabilitativo di preparazione all’intervento (toeletta chirurgica della cuffia, acromionplastica, intervento di ricostruzione a cielo aperto).
Gli esercizi di seguito proposti sono solo alcuni del protocollo ideato in collaborazione con AnnaMaria Cova della CovaTech Pilates School di Milano.
- Esercizi di stretching di capsula.
- Esercizi isometrici per: intra/extrarotatori di spalla 
; deltoide (coinvolgimento dei vari fasci); romboidi.

 

 

 

- Esercizi isotonici per: sopraspinoso; gran dorsale.
Rinforzo selettivo stabilizzatori di scapola

 

Giuliana Graziano
Medico Chirurgo, Specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa.
Aiuto Medico c/o Fondazione Don C.Gnocchi, Ospedale S.Bartolomeo di Sarzana (Sp)

 
 
Scrivi | Commenti (0)
 
Scrivi un commento
Nome (facoltativo)  
Cognome (facoltativo)  
Email *  
Commento *  
Dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy (Legge 196/03)
Il commento da te inserito dovrà essere approvato dalla redazione di Professione Fitness

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

FITMED on-line n.6
Il nuovo magazine per l'aggiornamento professionale
 
Giugno 2011

 

Seminari on-line
Formazione in ambito amministrativo, societario e finanziario 

Per ulteriori informazioni vai alla sezione scuola e corsi del sito


NOVITA' EDITORIALE
Il Taping Kinesiologico nella Traumatologia Sportiva
Manuale di Applicazione Pratica

Per ulteriori informazioni e per acquisti vai alla scheda dedicata!


Esame finale del 50 corso per fitness trainer, Professione Fitness.


Corso di Fitness Trainer
1° parte ASPETTI DIDATTICI E FORMATIVI
per > informazioni
clicca qui


Corso di Fitness Trainer
2° parte Iscrizione, logistica e amministrazione 

 

Corso di Personal Trainer
per > informazioni clicca qui


Corso di Fitness Trainer 1 lezione. La Scuola di Professione Fitness 


Corso Multimediale per Operatori di Fitness Metabolico

Per informazioni visita questo link


LE NOVITA' DI ALEA EDIZIONI
 
 
 
 
 

 

LIBRI

 

Scarica il pdf delle pubblicazioni con le immagini, recensioni e i prezzi!!!

E' possibile ordinare i libri, videocassette, corsi multimediali direttamente presso di noi via telefono 02 58112828, via fax 02 58111116 oppure via e-mail [email protected]


 

Fitness News 2
"Il business delle false malattie"


Professione Fitness: interviste incredibili (senza pantaloni) ?!


 

PERSONAL E CENTRI METABOLICI

 
 

Visualizza Professione Fitness Maps in una mappa di dimensioni maggiori

 

Fitness News1
Malasanita' e Fitness


Report 2 - FuoriFiera 2010 - Rimini


Report 1 - FuoriFiera 2010 - Rimini




 
Seminario on-line:
Società sportive dilettantistiche: adempimenti fondamentali per beneficiare delle agevolazioni, opportunità e rischi.

 
 

 
 
Formazione in ambito amministrativo, societario e finanziario
giovedì 30 giugno
 
h 16.00
- ON-LINE!

Per maggiori info clicca qui
 
 
Seminario on-line:
Contratti di collaborazione: come gestirli per evitare sanzioni. La Certificazione dei Contratti.

 
 

 
 
Formazione in ambito amministrativo, societario e finanziario
giovedì 07 luglio
 
h 16.00 - ON-LINE!

Per maggiori info clicca qui
 
 
Seminario on-line:
Personal Trainer: Partite IVA con il regime dei minimi, collaborazioni in ambito sportivo dilettantistico e altre forme contrattuali.
 
 

 
 
Formazione in ambito amministrativo, societario e finanziario
giovedì 14 Luglio
 
h 16.00 - ON-LINE!

Per maggiori info clicca qui
 
 
Corso FITNESS TRAINER 55° EDIZIONE
 
 

 
 
Data inizio: Sabato 22 Ottobre  2011
MILANO
Sede: Via De Amicis, 17   
Per maggiori info clicca qui
 
 
Corso PERSONAL TRAINER 30° Edizione
 
 
 

 
 
Data Inizio: sabato 22 Ottobre 2011,
Milano
Sede:
Via De Amicis, 17   
Per maggiori informazioni clicca qui
 
 
Master Valutazione Posturale
 
 

 
 
Data Inizio: sabato 23 OTTOBRE 2011
MILANO
Per maggiori info clicca qui
 
 
Stage di COMPOSIZIONE CORPOREA e ANTROPOPLICOMETRIA

 
 

 
 
Data Inizio: 26 novembre 2011
MILANO
Per maggiori info clicca qui
 
 
Stage di MASSAGGIO MIOFASCIALE
 
 

 
 
Data Inizio: 2 aprile 2011
MILANO
Per maggiori info clicca qui
 
© Copyright 2009 | Alea Edizioni - Via Orseolo, 3 - 20144 Milano | Tel. 02 58112828 | Fax 02 58111116 | P.IVA 07464450159 | Powered by Overlays